A Bologna è boom di turisti: resta positivo del 2016 il trend del turismo per Bologna (+4,9% i visitatori rispetto al 2015 nella città metropolitana, + 7% nel solo capoluogo), con ulteriore conferma nel periodo delle festività natalizie : i primi giorni del 2017, così come quelli di Pasqua, e dei numerosi ponti che quest’ anno si sono susseguiti hanno infatti visto una grande affluenza di turisti e hanno fatto registrare il tutto esaurito nelle strutture alberghiere. Particolarmente importante la presenza dei visitatori italiani, che hanno rappresentato circa l’80% del totale dei turisti. Il bilancio dell’anno appena concluso arriva dai dati forniti dalla Regione( periodo gennaio-ottobre 2016). Ancora una volta sono stati i turisti internazionali a mostrare i numeri più interessanti: primi in classifica i visitatori provenienti dal Regno Unito, in crescita del 16% rispetto agli anni precedenti. A seguire nella classifica i turisti dalla Spagna (+22,3%), dagli Stati Uniti (+3,4%) e dalla Germania (+12,7%). Buona performance anche per i turisti provenienti dal Medio Oriente e dall’Asia in generale, che hanno visto una crescita complessiva dei pernottamenti del +22%. Va in particolare menzionato l’aumento dei visitatori dall’Australia, che nel 2017 sono cresciuti complessivamente del +15%.

L’aumento dei pernottamenti ha avuto un impatto economico positivo attraverso la crescita del tasso di occupazione alberghiera che, in base al campione di riferimento censito da Bologna Welcome, prevede per il 2017 un aumento superiore al 7%, rispetto all’anno precedente. La crescita del tasso di occupazione delle camere si è accompagnata anche ad un aumento dei principali indicatori economici alberghieri – ovvero del prezzo medio a camera venduta e del prezzo medio a camera disponibile.

Particolarmente apprezzata la Card turistica della durata di 72 ore, che dal 2016 è andata ad affiancare la già esistente Card 48 ore. La carta turistica con validità di due giorni è stata a sua volta uno dei prodotti più graditi dai turisti a Bologna nel 2016: le Bologna Welcome Card 48 ore vendute lo scorso anno sono state infatti 3100, con un aumento del 35% rispetto al 2015. L’introduzione di una Bologna Welcome Card 72 ore ha risposto poi alla richiesta di dotare la città di una card per i turisti che permetta di godersi Bologna al meglio, risparmiando e godendo di effettivi vantaggi, ma con una durata maggiore rispetto a quella del semplice weekend breve, al pari delle grandi città europee. Molto apprezzate anche le visite tematiche della città create da Bologna Welcome, in italiano e in inglese: “Bologna da Svelare” la visita guidata del centro a piedi della durata di due ore; “Torri Tour” ovvero l’itinerario guidato alla scoperta delle torri di Bologna e “Enjoy Bologna”, il percorso a tema enogastronomico tra botteghe storiche e degustazioni guidate. Tra le nuove offerte turistiche, impossibile poi non citare la visita guidata giornaliera alla Fontana del Nettuno, che negli ultimi mesi ha permesso di guardare negli occhi la statua del Gigante, uno dei simboli della città.

Bologna piace dunque: le bellezze architettoniche e la bontà enogastronomia offerta dalla città arrivano e attirano anche da oltreoceano. I numeri positivi con cui si chiude il 2016 riflettono ciò che i bolognesi vedono da tempo: il turismo in città mantiene un giusto ritmo di crescita ormai da diversi anni e sempre più visitatori, soprattutto stranieri, sembrano proprio apprezzare.