Il calcio è fatto di fasi e momenti. Lo sa bene il Bologna, che dopo aver inanellato una serie di prestazioni positive si era improvvisamente arenato. Una parte della causa è ascrivibile ad una serie di infortuni e circostanze sfortunate, un’altra parte all’astinenza generale del reparto avanzato. I felsinei di mister Donadoni hanno aspettato – forse – l’occasione più attesa di tutte per tornare a sorridere. Il derby emiliano contro il Sassuolo, però, non aveva la stessa carica emotiva di sempre: soli 3 punti separavano due squadre che ormai non avevano più nulla da chiedere al proprio campionato, visto che ormai i giochi salvezza sono pressoché scritti. Nella sfida in famiglia in casa Di Francesco, a vincere è Federico, che contribuisce a regalare a papà Eusebio la quinta sconfitta consecutiva tra le mura amiche del Mapei Stadium. Il baby attaccante bolognese sfiora più volte la rete ed è uno dei migliori in campo, al tecnico neroverde manca un pizzico di fortuna per chiudere una rimonta che sarebbe stata meritata. Le occasioni di Acerbi, Politano, Duncan e Berardi necessitavano di miglior sorte, ma l’imprecisione e la giornata di grazia di Mirante hanno fatto il resto.

I due protagonisti assoluti della vittoria di Reggio Emilia sono senza dubbio Antonio Mirante e Mattia Destro. L’estremo difensore rossoblu si è reso protagonista di una serie di parate salva-risultato, mentre il centravanti torna al gol dopo una lunga astinenza. L’ultima rete del numero 10 risaliva infatti alla trasferta del 29 gennaio in casa del Cagliari, il suo sesto centro vale un nuovo sorriso per Roberto Donadoni. In un sol colpo, la vittoria contro il Sassuolo fa dimenticare al Bologna le brutte prestazioni di campionato, la crisi di risultati e anche la notte brava dei nottambuli Masina, Oikonomou, Pulgar e Viviani, che mercoledì sera avevano lasciato ben oltre l’orario consentito una discoteca del posto.

La vittoria è la panacea di tutti i mali felsinei, e consentirà al Bologna di vivere al meglio un finale di campionato senza patemi d’animo.