Il termine “SuperLuna” venne coniato dall’astrologo Richard Nolle nel 1979: indica la Luna piena durante il perigeo, il punto più vicino alla Terra, 356.991 chilometri, nella sua orbita ellittica. Il plenilunio cadrà alle 13:32 di domenica 23 e sarà possibile osservare il fenomeno sia nella sera di sabato che in quella di domenica.

A dispetto di quanto si possa pensare però non è un evento raro: il nostro satellite raggiunge il perigeo in coincidenza con una fase di plenilunio più o meno ogni anno. L’ultima “SuperLuna” è stata il 6 maggio 2012, la prossima sarà il 10 Agosto 2014: in seguito bisognerà aspettare fino al 2028 per poterla vedere ancora.

[smartads]L’aggettivo “rosa” è un’altro motivo di fraintendimento: è vero che, soprattutto d’estate, la Luna si ricopre al tramonto e all’alba di un lieve alone rossastro, un effetto ottico dovuto all’atmosfera terrestre e accentuato dal calore estivo, ma domenica notte non è il caso di aspettarsi un disco lunare tinto di un bel rosa vivo come suggeriscono invece molti articoli che girano in questi giorni.

L’equivoco nasce dal termine “Luna rosa” o “Luna delle fragole“, denominazione tradizionale con cui si indica la Luna piena di giugno e che nulla ha a che vedere con l’effettiva colorazione assunta dalla Luna in cielo.

Alessandro Bondavalli