Con ogni probabilità Adele Gambaro, la senatrice bolognese cacciata dal M5S per volere della rete – il 65,8% dei votanti sul blog di Grillo ne ha decretato l’espulsione – passerà ora al Gruppo Misto in Senato, nel quale sono già confluiti il senatore Mastrangeli, “reo” di aver partecipato a un talk show televisivo senza autorizzazione, e altri due senatori tarantini contrari alla posizione assunta dal Movimento sulla vicenda dell’Ilva.

L’ipotesi della transizione viene confermata dalla stessa Gambaro, che, intervistata da Radio Radicale, dichiara: “Dopo l’espulsione credo di sì. Almeno da quanto ho visto accadere al senatore Mastrangeli, che è andato al Misto”.

Riguardo all’accaduto la senatrice spiega: “E’ successo tutto in una settimana. Io avevo fatto questa breve intervista, questo intervento: l’avevo fatto come un consiglio ad abbassare i toni. È successo di tutto”.

Ma ecco cosa ne pensano gli altri due grandi espulsi dal Movimento.

[smartads]Federica Salsi, la consigliera comunale bolognese cacciata per aver partecipato a una trasmissione televisiva, esprime un pronostico sul futuro del M5S: “L’espulsione di Adele Gambaro non mi sorprende, l’avevo previsto. Siamo di fronte all’ennesimo tribunale dell’inquisizione digitale. Però dopo oggi il Movimento esploderà, andrà in frantumi tutto quanto”.

Ma anche dalle parole di Giovanni Favia emerge una profonda disapprovazione: “Sono contento di essere fuori dal Movimento – spiega il consigliere regionale – perché oggi sprofonderei dalla vergogna”.

Beatrice Amorosi