Sfratto suicidio SavonaLa vittima è un disoccupato di 32 anni, originario di Uscio (Genova), residente a Cairo Montenotte: l’uomo viveva con il fratello, che riceveva la pensione di invalidità, e con la madre pensionata. Dopo aver ricevuto l’avviso di sfratto per tutta la famiglia, che gli lasciava solo pochi giorni di tempo, si è lasciato cadere dalla finestra di casa, un appartamento al terzo piano di un palazzo di via Pighini poco distante dalla caserma dei carabinieri: il corpo è finito in un giardino. Sono stati allertati il 118, la Croce Bianca e anche l’elicottero dei vigili del fuoco, ma è stato tutto inutile: l’uomo era già deceduto al loro arrivo.

[smartads]”Si tratta di una tragedia”, ha dichiarato il sindaco di Cairo Fulvio Briano. “L’uomo e la famiglia avevano mantenuto la residenza nel Genovese e per questo motivo il Comune aveva le mani legate perchè possiamo aiutare solo chi è residente. La situazione è davvero difficile anche per i cairesi. È un’emergenza sociale senza fine. Proprio questa settimana sono in corso le procedure di sfratto per altre due famiglie che hanno bambini piccoli“.

La salma dell’uomo è stata ricomposta all’obitorio a disposizione della magistratura di Savona. Gli inquirenti comunque escludono responsabilità da parte di terzi.