Romeo Dionisi e Anna Maria Sopranzi: la crisi uccide a Civitanova MarcheSecondo gli acquirenti si sarebbe trattato di suicidio dovuto a ‘difficoltà economiche’. Questo il motivo del doppio suicidio di Romeo Dionisi e Anna Maria Sopranzi, lui di 62 anni e lei di 68, residenti a Civitanova Marche, i cui corpi sono stati scoperti questa mattina intorno alle 8 dai vicini,

Lui era un esodato senza pensione, mentre lei era una pensionata con una modesta pensione di 400-500 euro, unica fonte di reddito dei due: troppo poco per andare avanti e pagare l’affitto. Secondo fonti riservate la coppia avrebbe lasciato un biglietto sull’auto di una vicina di casa, dove chiedono perdono e indicano il luogo, uno stanzino sul retro del palazzo, dove sono stati trovati.

[smartads]Purtroppo non è stata la fine: il fratello della donna, un pensionato di 73 anni che abitava nell’abitazione adiacente a quella della coppia, è stato ripescato nelle acque antistanti il molo sud del porto di Civitanova. Si sarebbe gettato in mare, distrutto dal dolore, dopo essere arrivato sul luogo del duplice suicidio.

“Purtroppo la loro situazione è molto simile a quella di tante altre famiglie. Per questo occorre ora più che mai un monitoraggio più attento e una maggiore attenzione alle nuove povertà che colpiscono tante famiglie della porta accanto e noi non ce ne accorgiamo” ha commentato l’assessore alle politiche sociali del Comune di Civitanova Marche Antonella Sgavo.

Alessandro Bondavalli