Bayern Monaco JuventusRimandata all’esame di tedesco! La Juventus esce sconfitta dall’ “Allianz Arena” nell’andata dei quarti di finale di Champions League compromettendo così il proprio cammino verso le semifinali: il Bayern Monaco vince 2-0 grazie alle firme di Alaba e Muller. E pensare che ai bianconeri è andata pure bene. La più europea delle squadre italiane, bellissima e scintillante in Serie A, ha lasciato il posto ad una squadra lenta, impacciata e priva di ogni idea di gioco. Una Juve troppo brutta per essere vera, tradita principalmente da chi doveva accompagnarla nelle tortuose quanto difficili vie dell’Europa che conta: Buffon e Pirlo, praticamente non pervenuti. Il più forte portiere del mondo è incappato nella classica serata storta: due disattenzioni ‘gravi’ che hanno permesso ai bavaresi di mettere in cassaforte il passaggio del turno. Quanto a Pirlo, l’architetto del centrocampo bianconero, osannato alla vigilia dai tedeschi, non è mai entrato in cabina di regia a pilotare come suo solito. Se a loro si aggiungono un Barzagli impreciso come non mai, un Marchisio lontano parente del ‘Principino’ ammirato a Torino e un attacco sterile e incapace di tener su palla il puzzle è completo. E adesso, tra una settimana, a Torino servirà qualcosa di più di una semplice impresa calcistica.

[smartads]Certo è che subire gol dopo appena 30’’ nell’inferno rosso di Monaco di Baviera sfiancherebbe chiunque, persino la Juve d’acciaio di Antonio Conte. E’ quanto accade ai piemontesi: conclusione di Alaba dalla distanza leggermente deviata con la punta del piede da Vidal e Buffon, che legge male la traiettoria della sfera, è battuto. 1-0 Bayern e non è nemmeno trascorso il primo minuto. In pratica la partita della Juve termine qui, o forse non è mai iniziata. Il Bayern tiene continuamente il pallino del gioco in mano e solo per effetto dell’imprecisione sotto porta dei suoi giocatori non arrotonda il risultato. Nella ripresa la sostanza non muta: è sempre il Bayern a fare la partita e al 63’ arriva il raddoppio che è una mezza condanna per i bianconeri: Buffon non trattiene un tiro da fuori di Luiz Gustavo, Mandzukic si fionda sulla respinta e serve Muller, che deve soltanto appoggiare in rete prima di far urlare di gioia i propri tifosi. Antonio Conte decide così di cambiare la coppia d’attacco inserendo il duo Vucinic-Giovinco al posto di Matri-Quagliarella. Ma nulla sembra destare una Vecchia Signora addormentata. Nemmeno l’ingresso di Paul Pogba riesce a dare brio e vivacità ad un centrocampo apparso in constante affanno per tutti i 90’. Il match termina così 2-0 per i tedeschi, un risultato più che meritato per gli uomini di Juup Heynckes, che si sono dimostrati nettamente superiori rispetto ai bianconeri.

Le risposte che Conte si aspettava dalla sua squadra sono tutte negative, almeno per ieri sera. Questa Juve ammazza Serie A molto probabilmente non è ancora pronta per insidiare il trono più alto d’Europa. Forse Agnelli e Marotta si sono resi conto che per quel tipo di palcoscenico qualche top player in più serve eccome. Ma non tutto è perduto.  Il 10 aprile allo ‘Stadium’, infatti, servirà sì ben altra Juve per scrivere una remuntada che avrebbe dell’incredibile, ma all’interno delle mura amiche i bianconeri hanno sempre saputo regalare emozioni uniche. Una battaglia a cui non prenderanno parte due guerrieri come Vidal e Lichtsteiner, diffidati e ammoniti nella gara dell’ “Allianz Arena”. Juve rimandata quindi, ma non bocciata del tutto: tra una settimana servirà un esame con la lode per continuare a tenere vivo quel sogno chiamato Champions.

Le pagelle numeriche

Bayern Monaco-Juventus 2-0: 1’ Alaba, 63’ Muller

Bayern Monaco: Neuer 6; Lahm 6,5; Van Buyten 6; Dante 6; , Alaba 7; Schweinsteiger 6; Luiz Gustavo 6; Ribery 7 (47’ st Shaqiri S.V.), Kroos s.v.  (16’ pt Robben 6,5), Muller 7; Mandzukic 6,5 (45’ st Gomez s.v.). All. Heynckes 6,5

Juventus: Buffon 4; Barzagli 5; Bonucci 5; Chiellini 5,5; Lichtsteiner 5,5; Vidal 6; Pirlo 4,5; Marchisio 5; Peluso 5 (30’ st Pogba s.v.); Quagliarella 5 (20’ Giovinco 5); Matri 5 (20’ st Vucinic 5,5). All. Conte 5,5

Calogero Montalbano