Alessandra Mussolini PdlDopo il post su beppegrillo.it intitolato “figli di NN”, si scatena l’ira di Alessandra Mussolini. La Senatrice del Pdl, infuriata dalle parole di Grillo nei confronti di Berlusconi chiamato “padre puttaniere”, in aula chiede spiegazioni al M5S, vuole una presa di distanza. Crimi risponde che quello che dice Grillo è di responsabilità esclusivamente di Grillo, tra l’altro le sue opinioni sono espresse da carica “extraparlamentare”. La Mussolini è sul piede di guerra, chiederà al presidente Grasso di intervenire sulla vicenda attraverso una sanzione disciplinare.

I problemi del M5S si nascondono anche all’interno, sotto accusa in questi giorni anche Roberta Lombardi. Il Capogruppo alla Camera si sarebbe rifiutata di correggere il proprio discorso in seguito ad alcune richieste degli altri deputati grillini. Addirittura uno di questi, Adriano Zaccagnini, avrebbe richiesto con forza le sue dimissioni. Al momento sembra che si sia deciso di soprassedere, anche se i malumori restano.

Sulla Lombardi piovono critiche anche dai senatori del Movimento. La Lombardi avrebbe definito “una porcata di fine legislatura” la commissione parlamentare dei debiti con la Pubblica amministrazione. Oggetto del contendere la restituzione alle banche dei debiti contratti dalle imprese, la Lombardi si lamenta che i soldi non siano dati direttamente a quest’ultime. Dal Senato fanno notare come sia un meccanismo obbligato e che i debiti che il provvedimento andrebbe a sanare sono già stati contratti dalle imprese. Ci si chiede perché la deputata voglia bloccare la prima decisione positiva della legislatura.