federico aldrovandiE’ scattata da Piazza Savanarola la manifestazione in solidarietà della famiglia Aldrovandi. Ieri il sindacato della polizia (Coisp), ha manifestato provocatoriamente sotto gli uffici comunali di Ferrara dove lavora la mamma di Federico Aldrovandi, il ragazzo ucciso da quattro agenti già riconosciuti colpevoli.

I manifestanti hanno verbalmente aggredito il sindaco di Ferrara, dopo che aveva chiesto loro di andarsene. Solo dopo che è arrivata la donna, mostrando la foto del figlio con il volto insanguinato, se ne sono andati. Lo ha resto noto l’Associazione Federico Aldrovandi: “Venerdì ci riappropriamo di una piazza che è della città con un sit in di solidarietà alla famiglia Aldrovandi, senza bandiere e striscioni. Con le nostre facce e la nostra dignità”.

Mentre Patrizia Moretti, mamma di Federico dice: “Spero che oggo ci siano anche uomini in divisa, il questore di Ferrara, le Autorita’ cittadine. Da ieri mi sono arrivate lettere e telefonate di poliziotti e carabinieri che hanno solidarizzato con me, che hanno espresso un dissenso netto dalla manifestazione di ieri. Tra questi voglio ringraziare l’ex questore di Ferrara, Longo, attualmente a Catania, che ha sempre seguito con attenzione le vicende legate alla morte di Federico”.

[smartads]“Dobbiamo dare una risposta a questi atteggiamenti offensivi e cattivi”, prosegue mamma Aldrovandi.

Sinistra Ecologia Libertà, con i deputati Giovanni Paglia, ravennate, e Lara Ricciatti, dopo la manifestazione, ha presentato un’interrogazione con la quale si chiede al Ministro degli Interni Cancellieri di intervenire affinché, a seguito di condanne definitive, episodi del genere non si verifichino più, né a Ferrara, né in altre parti del Paese.