Pistorius libero di viaggiare all'estero in attesa del processo La vicenda Pistorius si carica di qualche news interessante. Lo scorso 14 Febbraio, l’atleta sudafricano uccise la fidanzata Reeva Steenkamp, credendola, a sua detta, un ladro. Le dinamiche dell’incidente non sono ancora state del tutto chiarite, anche se Pistorius venne accusato di omicidio volontario.

Ieri l’Alta Corte di Pretoria ha accolto il ricorso dell’atleta contro alcune restrizioni imposte al momento del rilascio su cauzione. In particolare ora è di nuovo libero di viaggiare all’estero. Il giudice Bert Bam ha espresso la propria critica per la decisione di ritirare il passaporto. Le clausole della decisione sono due: Pistorius dovrà fornire l’itinerario esatto del viaggio all’accusa e dovrà restituire il passaporto stesso entro 24 ore dal rientro in patria. Inoltre avrà libero accesso all’abitazione dove il mese scorso è accaduto il fattaccio.

[smartads]Niente da fare invece per l’annullamento dei periodici test per alcol e droga, cui l’atleta dovrà continuare a sottoporsi. La prossima tappa del processo è attesa per il 4 Giugno, anche se sono molto probabili le possibilità di uno slittamento.