Amanda Knox e Raffaele Sollecito: il processo per l'omicidio di Mez continuaAnnullata dalla Corte di Cassazione la sentenza di Appello per l’omicidio di Meredith Kercher.

Amanda Knox e Raffaele Sollecito erano stati assolti dalla pesantissima accusa di omicidio della studentessa inglese dopo la sentenza di secondo grado, che aveva ribaltato quella di primo grado. Ieri la Corte di Cassazione ha stabilito che i due ragazzi dovranno andare di nuovo sotto processo d’appello e quest’ultimo si svolgerà nel tribunale di Firenze. Il processo potrebbe essere ‘celebrato’ prima dell’estate, questo dipende dalle date degli altri processi fissati a calendario e dalla durata di essi. Tuttavia, l’iter dovrebbe essere abbastanza veloce.

La Cassazione ha inoltre respinto il ricorso di Amanda contro la condanna a tre anni di reclusione per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba, quindi la condanna diventa definitiva per la giovane che comunque ha scontato interamente la pena.

[smartads]LE REAZIONI DEI PROTAGONISTI – Amanda, dopo essere stata informata dell’annullamento della sentenza dal suo legale Della Vedova, ha dichiarato: “sono delusa e addolorata: accuse ingiuste. Della Vedova racconta che la Knox già ieri sera era preoccupata e in trepida attesa. E’ delusa ma non abbattuta, poiché è sicura della sua innocenza. Mentre Raffaele Sollecito ha commentato: “io sono innocente, pensavo si chiudesse”. Queste le parole del suo avvocato Luca Mauri dopo la diffusione della notizia.

Martina Tessari