Anoressia Die BildUna ragazza su quattro soffre di anoressia: questo è ciò che Die Bild racconta attraverso le storie di diverse ragazze e coglie l’occasione per mettere in guardia dal web.

Su internet si trovano milioni di siti-supporto per anoressiche che si danno forza a vicenda sulla strada della magrezza e si confrontano con foto e racconti.

Essere magre è l’obiettivo, salire sulla bilancia e odiarsi perché “grasse” è l’esperienza comune, bruciare calorie e dimagrire la strada, sentirsi sovrappeso ‘anche se 36 kg sono quelli segnati dalla bilancia’ la condanna. Di condanna a morte infatti si tratta se si considera tale disturbo alimentare per ciò che davvero è: la persona sceglie di lasciarsi lentamente morire di fame per una visione distorta che ha di sé in una disperata richiesta d’attenzione.

E nel web tra tante storie simili si umanizza e si accetta il problema: questo il vero pericolo. In esso queste ragazze cercano supporto nella loro strada di autodistruzione ed è per questo che tali siti dovrebbero essere oscurati.

Giulia Sabattini