Roberta Ragusa: trovati orologio e pigiama della donna scomparsaGrandi novità sul giallo di Roberta Ragusa, la donna scomparsa nel pisano tra il 12 e il 13 gennaio del 2012. Secondo quanto riporta La Nazione, gli inquirenti avrebbero ritrovato tra fine febbraio e inizio marzo l’orologio e il pigiama. Ancora nessuna conferma ufficiale.

Il procuratore capo Ugo Adinolfi ha prima detto di non volere rilasciare dichiarazioni, e poi ha commentato dicendo che si tratterebbe di “reperti non decisivi”. L’orologio sarebbe stato individuato da un passante in un campo lungo via Gigli, poco distante dall’abitazione di famiglia della Ragusa. Proprio lì dove il testimone ha raccontato di aver visto, intorno all’1.30 della notte della scomparsa, il marito di Roberta, Antonio Logli, litigare con una donna e allontanarsi con lei in auto. Logli, unico indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere, ha sempre affermato di essere andato a letto verso mezzanotte e di essersi accorto solo il mattino seguente che la moglie era sparita. Se il dettaglio dell’orologio fosse confermato, supporterebbe il racconto del testimone, e identificherebbe la donna come Roberta.

[smartads]Per quanto riguarda invece il pigiama rosa indossato dalla Ragusa la notte della scomparsa, ne sarebbero stati ritrovati alcuni brandelli durante una battuta di ricerca svolta da volontari, vicino a una strada sterrata che si dirama da quella asfaltata che porta al Monte Serra. Antonio Logli sarà interrogato nuovamente dopo pasqua.

Valentina Ferrari