Sondaggi Elezioni: Berlusconi in testa, Sallusti esulta ma è una bufala

Alessandro Sallusti, direttore de ‘Il Giornale’, quotidiano di famiglia del Cavaliere, annuncia il sorpasso del centrodestra sul centrosinistra, citando le fonti Ipr Marketing ed Euromedia Research.

I dati sono confermati, peccato le non trascurabili omissioni relative ad altri Istituti di Ricerca: Lorien Consulting, Ipsos, Istituto Piepoli e Swg descrivono uno scenario diverso.

Per Ipsos il centrosinistra vanta 2,9 punti percentuali di consenso in più sul Pdl e 2,7 sul M5S. Con minime varianze, Lorien descrive le stesse stime. L’Istituto Piepoli indica una situazione di parità fra Pd e Pdl, con il M5S arretrato di 3 punti. Per Swg Berlusconi è secondo, dietro il M5S.

[smartads]

M5S PUNTA SULL’ELEZIONE DEI QUESTORI – Nello specifico: Laura Bottici questore al Senato, Luigi Di Maio vicepresidente alla Camera. I ‘grillini’ daranno battaglia per ottenere la carica più ambita, quella di questore appunto. Pd e Pdl potrebbero escluderli, anche se i democratici aprono anche a Di Maio, sulla vicepresidenza della Camera, e a Stefano Dambruoso di Scelta Civica come questore.

GRILLO DA NAPOLITANO – Il M5S chiede per sé l’incarico di formare il nuovo governo, perché “è primo per numero di voti”, appropriandosi anche, indebitamente, del sostegno degli astenuti alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio; queste le dichiarazioni della capogruppo Cinque Stelle alla Camera, Roberta Lombardi, e di Vito Crimi, capogruppo al Senato.

Valentina De Felice