Gessico Rosselato, il mea culpa della deputata 5 StelleDopo la gaffe della Rostellato e le conseguenti critiche, ecco arrivare il mea culpa della deputata 5Stelle. “Io non intendevo essere maleducata. Non riesco ad essere falsa e se una persona fa finta di avere piacere di conoscerti e ti fa sorrisi falsi, scusate ma non ce la faccio…. so che il mio ruolo mi chiedera’ di farlo, probabilmente mi dovro’ abituare! Scusate ancora“. C’è una leggera differenza, comunque, tra falsità ed educazione.

Scusante sempre valida agli errori è la fretta, così giustifica i lapsus riportati da “Le Iene“:  “In realta’ prima mi avevano fatto anche altre domande di storia e politica estera a cui avevo risposto, ovviamente a loro fa comodo mandare solo la parte del video che ti fa fare la figura che vogliono loro… ne terro’ conto per la prossima volta! Per quanto riguarda la BCE , in quel momento mi sfuggiva il significato della sigla (penso possa capitare a chiunque…) infatti poi mi sono chiesta tutto il giorno come ho fatto a non riuscire a rispondere subito. Ero di fretta, in ritardo per una riunione e avevo la testa da tutt’altra parte e in quel momento ho avuto un vuoto totale… Mi scuso con tutti quelli che non si sono sentiti rappresentati“.

Martha Latorre