Francesco Totti, un sogno chiamato MondialeArchiviata la 29.sima giornata di campionato, i riflettori si spostano su Coverciano, sede del ritiro della Nazionale azzurra. Da lunedì mattina, infatti, è iniziata la missione in vista del doppio impegno contro Brasile e Malta. Sfida che si profila affascinante quella contro la Seleção, non meno importante rispetto alla gara di qualificazione contro la compagine di Malta. Intanto, presso il centro sportivo di Coverciano è stata svelata la nuova maglia azzurra che verrà utilizzata durante la prossima Confederations Cup, ma che esordirà già giovedì prossimo, in occasione dell’amichevole di Ginevra contro il Brasile.

Presenti in il ct Cesare Prandelli, il capitano Gigi Buffon e Andrea Pirlo, che per l’occasione si sono prestati a modelli per la nuova casacca. Tante le domande rivolte al ct, che si è soffermato sui casi più spinosi del nostro calcio, non ultimo la polemica sull’esultanza di Conte a Bologna. Nelle dichiarazioni di Prandelli spazio anche per il fiore all’occhiello del pallone tricolore, quel Francesco Totti che sta attraversando una seconda giovinezza. Con la prodezza al Parma, il fuoriclasse giallorosso ha superato Nordahl nella classifica del cannonieri di Serie A, posizionandosi così dietro al solo Piola. “Se starà così anche la prossima estate – ha dichiarato il ct – lo prenderò in considerazione per il Mondiale. E’ difficile parlare ora, ma sembra un ragazzino, ha una motivazione forte e qualità incredibili e le parole di Mazzone mi hanno fatto riflettere: se starà così prima del mondiale, valuteremo”. Parole al miele per un giocatore che continua a stupire sempre di più. E sappiamo quanto un giocatore di livello assoluto come Totti possa essere utile alla causa azzurra, lui che già a Berlino nelle notti magiche di Germania 2006 ha alzato al cielo la Coppa del Mondo.

[smartads]

Poi il ct azzurro ha focalizzato l’attenzione sui prossimi due impegni che attendono la sua squadra: “La mia idea è quella di affrontare due gare di qualificazione. Sarebbe un errore pensare che quella importante è con il Brasile, forse è più importante quella di Malta per i tre punti. Con il Brasile non devi sprecare tempo per preparare mentalmente la partita. Nessun tipo di esperimento ma solo una delle prime partite importanti”. Probabilmente si ripartirà dal modulo 4-3-3 “perché non bisogna mai dimenticare quello chi di buono abbiamo fatto”. Intanto guai fisici per il difensore Giorgio Chiellini, che potrebbe saltare entrambe le partite per un problema alle caviglie. Decisive le prossime 48 ore in cui lo staff medico deciderà se resta in gruppo o torna a casa.

Calogero Montalbano