La marchetta di Grillo al giornale economico HandelsblattDestano scalpore le dichiarazioni di Beppe Grillo al giornale economico Handelsblatt. Nella prima intervista che il genovese abbia mai rilasciato a un giornale tedesco ha dichiarato: “L’Italia è già de facto fuori dall’Euro, gli Stati del Nord Europa, aspettano solo di recuperare i soldi investiti dalle loro banche per mezzo dei titoli di Stato italiani, per poi lasciarci cadere come una patata bollente”.

Grillo propone un referendum online così da fare decidere ai cittadini se rimanere sotto lo scudo della moneta unica o meno. “Siamo la rivoluzione francese, senza la ghigliottina” ha poi proseguito, rilanciando l’offensiva contro i partiti dell’arco politico, l’intenzione è di fargli restituire ciò che hanno tolto al paese e poi cacciarli via: “i vecchi partiti sono alla fine, dovrebbero ridare quello che hanno rubato e poi andarsene, Berlusconi è alla fine e di Bersani tra 15 giorni non parlerà più nessuno. Siamo all’inizio di una nuova epoca”.

[smartads]

Successivamente parla della Germania: “rimane per noi un modello. In quanto il suo prodotto interno lordo negli ultimi decenni è aumentato dodici volte”. Ma “i tedeschi nel complesso non lavorano più ore di quanto facessero prima, con una popolazione raddoppiata”. E questo, ha proseguito con ammirazione Grillo “è dovuto alla produttività. Che è importante. Anche noi dobbiamo aumentarla. Perché (il futuro) si costruisce soltanto con lo sviluppo”, ha poi concluso dando comunque ancora una chance all’Italia, attraverso «un nuovo inizio», reputato «ancora possibile».

Guglielmo Sano