iPhone low cost in plastica: il prezzo intorno ai 300 dollari

La filosofia di Steve Jobs era un misto di zen, sofisticata eleganza, perfezionismo. Nulla che evochi la parola low cost. Ma i tempi cambiano a una rapidità spaventosa e il capitalismo rampante esige le sue vittime. A giugno Apple lancerà due nuovi modelli di iPhone: il 5S, di nuova generazione, e un modello “low cost” in plastica e fibra di vetro che dovrebbe costare intorno ai 300 dollari, meno della metà del primo.

L’ iPhone 5S è dotato di un processore A7 SoC e di un flash led in grado di assicurare una migliore qualità delle foto in notturna. Novita’ anche per quanto riguarda la batteria: il 5S dovrebbe montarne una da 1600mAh, per garantire agli utenti una maggiore durata.

[smartads]L’iPhone low cost  invece sarà un “guscio” di policarbonato e materie plastiche in sostituzione del vetro e alluminio (più costosi) usati finora. Un gadget funzionale, pratico, fatto per durare, ma decisamente meno “glamour” di tutto ciò che Apple ha sfornato finora per una generazione di appassionati.

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo di Kgi Securities, l’iPhone “low cost” conquisterà un’enorme fetta del mercato dei ceti medio-bassi, soprattutto nei Paesi asiatici, con vendite nel terzo e quarto trimestre dell’anno tra 19 e 34 milioni di unità e un guadagno stimato a 135 miliardi di dollari di vendite nel 2013.

Alessandro Bondavalli