Ventiquattro ore dopo l’attacco dei pirati informatici ai danni di Facebook anche la società di Cupertino viene violata attraverso lo stesso sistema che sfrutta una falla nel programma ‘Java‘. Lo ha reso noto la stessa Apple, sostenendo che i colpevoli sono gli stessi dell’attacco precedente. Si tratta della prima volta nella storia che un attacco informatico viene perpetrato ai danni dei Mac, finora ritenuti immuni a qualsiasi virus.

Apple afferma che non è stato sottratto alcun dato e che l’attacco ha colpito solo un piccolo numero dei computer dei suoi dipendenti, che sono stati infettati quando i dipendenti hanno visitato i siti web di alcuni sviluppatori di software contagiati da un virus concepito proprio per i Mac.

Allo stesso momento Oracle, la società che produce Java, ha rilasciato una nuova versione del programma che risolve 5 vulnerabilità, comprese quelle sfruttate dagli hacker.

Alessandro Bondovalli