Il Milan sta vivendo la settimana più importante dell’anno, quella che mercoledì vedrà i rossoneri opposti all’invincibile armata blaugrana. Il Barcellona è naturalmente la favorita nella corsa alla Champions League e, ad oggi, nemmeno il quotato PSG di Ibra e Lavezzi  sembra poter scansare gli spagnoli dal tetto d’Europa.

Lo scorso anno, Messi e compagni furono fermati dal Chelsea di Di Matteo, campione in carica, per quello che probabilmente è stato un evento più unico che raro. Ma in casa Milan, giustamente, non si parte sconfitti in partenza, e mentre Berlusconi consiglia caldamente ad Allegri di marcare Messi a uomo e di usare solo due punte in avanti, il mister livornese parla di “cuore, grinta e coraggio“.

[smartads]

Certo, la fortuna non  è dalla parte dei rossoneri: El Sharaawy è in forte dubbio e data la sicura assenza di Balotelli, che non potrà più prendere parte a questa edizione della Champions, scalpita Pazzini, il quale dovrebbe essere affiancato da Niang e Boateng nel tridente d’attacco. Sul fronte opposto dovrebbero recuperare in tempo per il match David Villa e Xavi.

Le speranze di passaggio del turno, per il Milan, sono tutte racchiuse nell’andata, che si giocherà in un San Siro tutto esaurito, perché al Camp Nou il Barcellona ha una spinta in più.

Riccardo Rollo