Si è conclusa anche la terza serata del 63° Festival di Sanremo. Mercoledì era il 14 Febbraio giorno di S.Valentino ma, cosa più importante, giorno dedicato alle donne e alla lotta contro il femminicidio. Il Festival ha voluto dedicare un momento di riflessione a questo importantissimo tema. Si stima che in tutto il mondo una donna su tre subisca violenza. Un miliardo di donne quindi. E, nella giornata di ieri, circa un milione di donne sono scese nelle piazze di tutto il mondo con la manifestazione OneBillionRising per protestare contro ogni tipo di abuso.

La conduttrice Luciana Littizzetto, dopo un ironico discorso su come le donne amano gli uomini, ha voluto parlare del tema in modo serio, ha voluto fare un appello a uomini e donne in nome della non violenza. Citando le parola della Littizzetto: “Un uomo che ci mena non ci ama. Mettiamocelo in testa. [..] Non è questo l’amore. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Sempre. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia.. Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti? No. Ne abbiamo una sola. Non buttiamola via”. Grande partecipazione e molti applausi da parte del pubblico dell’Ariston.

La conduttrice ha poi proseguito ballando “Break the Chain”, coreografia ufficiale dei Flashmob OneBillionRising svoltisi nella giornata di ieri.

+ Classifica Sanremo 2013: Marco Mengoni in testa, a seguire Elio e le Storie tese e i Modà

Ecco il video di quel momento speciale:

YouTube Preview Image

San Valentino è la festa dell’amore, declinato in tutte le sue forme”, dice la Littizzetto, o almeno così dovrebbe essere.

Laura Righi