L’attesa sta per finire, fra qualche ora Celtic e Juventus scenderanno in campo nel match valido per l’andata degli ottavi di Champions League. “Celtic Park” esaurito in ogni ordine di posto per celebrare l’arrivo in terra scozzese della Vecchia Signora. Sul terreno di gioco si sfideranno i campioni dei rispettivi campionati: il Celtic domina incontrastata la Scottish Premier League, con un vantaggio di 18 punti sulla seconda, l’Inverness. Decisamente più equilibrata la situazione in Serie A: la Juve guarda sì tutti dall’alto, ma il distacco sulla seconda, il Napoli, è di appena 5 punti.

“Per noi la Champions deve essere un sogno da accarezzare gara dopo gara”, le parole di Antonio Conte nella conferenza stampa di vigilia. Per il tecnico salentino si tratta dell’esordio assoluto in panchina nella massima competizione continentale, dal momento che per tutto il girone di qualificazione, causa squalifica, il tecnico ha visto la sua creatura dall’alto degli sky box. Conte sottolinea come la sua Juve non sottovaluterà affatto gli scozzesi, squadra che fra le mura amiche diventa devastante come testimonia la clamorosa vittoria ai danni del Barcellona di Messi. “Il pubblico li aiuterà molto, ma i tifosi non segnano”, ha commentato un sorridente Gigi Buffon accanto al suo allenatore davanti ai giornalisti: “Ho già giocato qui con il Parma e con la Juve ed è uno stadio sicuramente molto caldo”. Traspare invece grande sicurezza nelle parole di Neil Lennon, tecnico del Celtic. “E’ un emozione unica affrontare una squadra come la Juventus – le dichiarazioni del couch alla vigilia –, la stampa internazionale finora ci ha snobbato, ma io credo che abbiamo ottime chance per passare”.

[smartads]

Per quanto riguarda le squadre che scenderanno in campo dall’inizio, tra i bianconeri sarebbero definitivamente sciolti gli unici due dubbi che avevano caratterizzato il toto-formazione alla vigilia: sulla sinistra Peluso avrebbe vinto il ballottaggio con Giaccherini, mentre in attacco la spalla di Vucinic sarà Matri, con Giovinco che si accomoderà in panchina. Nessuna possibilità, invece, di vedere Asamoah: il ghanese si allena col gruppo solo da ieri, dopo un mese di partite (senza allenamenti) in Coppa d’Africa. In difesa, davanti al capitano Buffon, rientrerà Bonucci, con Barzagli e Caceres ai lati. Lichtsteiner agirà sulla corsia di destra, mentre in mezzo spazio al trio Marchisio, Pirlo, Vidal. In avanti, come abbiamo detto, Vucinic e Matri. Negli scozzesi, invece, Lennon recupera Samaras che con Hooper formerà il tandem d’attacco. In difesa – stando agli ultimi aggiornamenti che arrivano da Glasgow – dovrebbe giocare Ambrose, nonostante il nigeriano sia rientrato solo stamane dalla gloriosa spedizione africana. Gli scozzesi, dunque, dovrebbero partire con un 3-5-2 con Forster in porta; Ambrose, Wilson e Mulgrew in difesa; a centrocampo, da destra a sinistra, Lusting, Brown, Wanyama, Ledley e Izaguirre; In avanti Hooper e Samaras.

Al “Celtic Park” sono attesi circa 60mila spettatori pronti a riscaldare l’ambiente sulle note “You’ll Never Walk Alone”. L’arbitro della gara sarà lo spagnolo Undiano Mallenco. Servirà una Juve d’acciaio per uscire indenni dalla bolgia scozzese.

Le probabili formazioni

Celtic (3-5-2): Forster; Ambrose, Wilson, Mulgrew, Lusting; Brown, Wanyama, Ledley, Izaguirre; Samaras, Hooper. A disp.: Zaluska, Rogne, Commons, Kayal, Watt, Forrest. All.: Lennon

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Marchisio, Pirlo, Vidal, Peluso; Vucinic, Matri. A disp.: Storari, Marrone, Giaccherini, Pogba, Giovinco, Quagliarella. All.: Conte

Arbitro: Undiano Mallenco (Spa)

Calogero Montalbano