FIRENZE, 7 FEBBRAIO – Stamattina intorno alle ore 10:00, tra la Quindicesima e la Sedicesima campata del Primo Corridoio della Galleria degli Uffizi è crollata una porzione d’intonaco di un prezioso affresco del ‘500.

Sembra che un operatore stesse facendo un sopralluogo nel sottotetto per dei lavori di manutenzione ordinaria e abbia involontariamente appoggiato un piede, in gergo tecnico, sull’incannicciato di una delle fasce longitudinali che separano le terne dalle volte. Conseguentemente il pezzo di intonaco in questione, che misura circa 30 centimetri, è crollato sbriciolandosi di fronte agli occhi incerti dei visitatori e danneggiando la figura femminile allegorica ritratta.

[smartads]

Per qualche istante si è temuto qualcosa di ben più grave ma tuttavia, come conferma Antonio Natali, direttore della galleria, gli Uffizi sono sicuri e quello che è avvenuto è stato “un danno lieve al quale sarà rapidamente posto rimedio”.

Infatti le opere intorno al crollo non hanno subito danni e i pezzi sgretolatisi sono già stati raccolti per essere ricomposti tramite restauro da Laura Lucioli. La Galleria degli Uffizi ha comunicato che ci vorranno circa una decina di giorni per far tornare tutto come prima.

Laura Righi