BOLOGNA, 7 FEBBRAIO – È successo nell’ospedale di Zoquian di Guadalajara, capitale dello Stato di Jalisco. Una bambina di 9 anni ha partorito dando alla luce una neonata di quasi 3 chili. Il travaglio della piccola messicana è avvenuto senza complicazioni, sollevando ogni timore ipotizzato dai medici non appena si sono resi conto dell’assurda situazione.

[smartads]

Ora madre e figlia sono già state dimesse dall’ospedale, entrambe in buona salute fisica, ma la vicenda va ben oltre lo scalpore della notizia. Vista l’età della gestante non c’è dubbio che il rapporto, avuto dalla piccola madre, possa essere identificato diversamente dall’abuso sessuale ai danni di una bambina, il che significherebbe reato di pedofilia.

Il presunto padre, di anni 17, è tuttora irreperibile. Alcuni abitanti del quartiere in cui vive la bimba hanno riferito ai media locali di non aver mai visto il ragazzo in questione e di sospettare che il compagno della madre abbia abusato della bambina.

La piccola, dicono i genitori (ora nonni), sembra non rendersi conto della grave situazione. I servizi sanitari locali hanno denunciato il fatto e fanno sapere che «bisognerà seguire molto attentamente gli sviluppi della vicenda, onde evitare traumi del tutto comprensibili» (e forse inevitabili).

Lorenzo Battaglia