MILANO, 6 FEBBRAIO – Fabio Volo torna al cinema con “Studio Illegale” del regista Umberto Carteni il 7 Febbraio. Il film, distribuito da Warner, è una commedia tratta dal romanzo omonimo scritto da Federico Baccomo, storia a sua volta ispirata da un Blog che tratta di avvocati milanesi rampanti.

Nella storia ambientata a Milano, l’attore interpreterà un giovane avvocato, workaholic e donnaiolo che, fino a quel momento, ha messo da parte la sua vita personale per dedicarsi al 100% al lavoro. Volo parla così del suo personaggio: “E’ una persona che ha sacrificato la sua vita, nemmeno per scelta, perché è un sistema lavorativo che in quegli ambienti come in tanti altri chiede la vita”. Inoltre aggiunge: “Il mio personaggio, Andrea, è un tipo disilluso nei confronti del suo lavoro al quale ha sacrificato tutto e che gli impone sempre nuovi traguardi. Ma, a un certo punto, lascia spazio all’amore”. Infatti l’evento che scatenerà la trama del film è proprio l’incontro tra l’avvocato e una collega francese, interpretata da Zoe Felix, che riuscirà a far perdere la testa ad Andrea. Il capo cinico e scorbutico dello studio legale sarà invece Ennio Fantastichini, il quale ha ammesso di essersi ispirato a Ghedini per interpretare quel ruolo.

Umberto Carteni, già regista della commedia “Diverso da chi?”, ammette candidamente di aver creato un film basato su degli stereotipi, d’altronde commenta: “Tutto il cinema è fatto di cliché”.

Laura Righi