BOLOGNA, 1 FEBBRAIOContinua il giro delle piazze italiane di Grillo, successo dopo successo, il M5S torna a Bologna, Sabato, in Piazza Maggiore. Grillo è il primo esponente politico che parla, sotto le due torri, durante questa campagna elettorale. L’ultima volta era stato portato in trionfo, su un canotto, da 15.000 sostenitori. Era il 2010, erano i tempi delle Regionali e di Favia, che ora si candida con Ingroia.

Massimo Bugani, fedelissimo del comico genovese, si dichiara sicuro e certo che andrà tutto bene, sabato, in Piazza Maggiore. La pioggia non spaventa, “ci aspettiamo zoccoli duri e scalpitanti” – afferma il portavoce del M5S bolognese parafrasando le parole dell’ex-grillino Favia, a cui Bugani aveva già dedicato un sarcastico video in cui, il candidato con Ingroia, veniva rappresentato come Cetto Laqualunque.

[smartads]

Inoltre ricorda che il M5S è l’unico schieramento candidato alle elezioni che ancora affronta le piazze, “invece di rinchiudersi nei teatri, per paura della gente” dice sempre Bugani. D’altra parte non ci sono i soldi per affittare uno spazio abbastanza grande al coperto, al momento si prende in considerazione di coprire almeno il palco sul quale, dopo Grillo, si alterneranno i candidati, anche della circoscrizione estero.

“Arriveremo a Roma” – entusiasticamente conclude Bugani – “pioggia o non pioggia”. La Salsi, un’altra ribelle epurata, a chi le chiede se andrà in piazza a vedere Grillo risponde: “perché dovrei andare a sentire le sue balle?”. Eppure non molto tempo fa erano anche le sue “balle”.

Guglielmo Sano