BOLOGNA, 28 FEBBRAIO – Questa mattina il ministero della Pubblica Istruzione ha comunicato quali saranno le materie della seconda prova dell’esame di maturità. L’esame di stato inizierà il 19 giugno con la prova di italiano, il tema, uguale in ogni scuola senza nessuna distinzione fra le varie tipologie d’istituto, mentre il giorno seguente gli studenti dovranno affrontare la prova in una materia specifica in base all’indirizzo scolastico che frequentano.

Nel dettaglio il ministero ha deciso che gli studenti del Liceo Classico dovranno vedersela con il Latino, mantenendo l’usuale alternanza di anno in anno fra Latino e Greco, quelli dello Scientifico invece dovranno affrontare la Matematica e quelli del Linguistico una Lingua Straniera. Al Liceo Pedagogico invece dovranno cimentarsi con la Pedagogia, al Liceo Artistico con Disegno geometrico e Prospettiva architettura, alla Ragioneria con Economia aziendale, al Geometri con Tecnologia delle costruzioni e all’Istituto Professionale indirizzo Alberghiero con Alimenti e alimentazione. Come di consueto negli istituti tecnici e professionali la prova può essere sviluppata anche in più giorni, svolgendone la parte pratica in laboratorio.

[smartads]

Inoltre, per la prima volta questo decreto ministeriale è stato protocollato attraverso una procedura informatica e non cartacea. In questo modo prosegue da parte del ministero il tentativo di informatizzare tutti questi iter burocratici, il quale comunque già aveva reso telematica la domanda di dirigenti scolastici e insegnanti a candidarsi come presidi o commissari per l’esame di stato.

Amalia Salsi