BOLOGNA, 26 GENNAIO – Anche le donne soffrono di orgasmo precoce. A dimostrarlo è una ricerca fatta a Porto, presso l’ospedale Magalhães Lemos, diretta dal Dottor Serafim Carvalho e pubblicata sulla nota rivista scientifica Science Daily. Stando ai risultati della ricerca, infatti, il numero di donne che soffrirebbe di questo disturbo è anche abbastanza consistente: su 510 questionari fatti compilare a signore fra i 18 e i 45 anni, a cui hanno risposto il 60% delle intervistate, di queste il 40% ha affermato di aver occasionalmente raggiunto l’apice del piacere prima di quanto desiderato. Per il 14% delle donne il disturbo si è rivelato abbastanza frequente, ed è per questo stato consigliato loro un accertamento clinico, mentre per il 3% è addirittura risultato essere un problema cronico.

[smartads]

Dunque stando agli studiosi portoghesi, l’orgasmo precoce femminile sarebbe un vero e proprio disturbo e non un semplice fastidio, inoltre non risulterebbe alcun collegamento tra la vita sessuale e la vita affettiva e di conseguenza non dipenderebbe neppure da una vita di coppia non appagante. “Ad un estremo ci sono donne che hanno il controllo completo del proprio orgasmo, -ha spiegato Carvalho- dall’altro c’è un gruppo di donne che ammette di avere una mancanza di controllo dello stesso, che si presenterebbe troppo presto durante il rapporto creando così disagio personale e nella coppia”.

Lo studio è ancora al primo stadio e molte saranno le ricerche dà fare per definire meglio il disturbo ed individuarne le cause; il consiglio che Carvalho da alle donne che credono di soffrire di orgasmo precoce è quello di parlarne perché, assicura il Dottore “nella maggior parte dei casi non è un problema serio”.

Vanessa Cancelliere