MILANO, 24 GENNAIO – Il mercato italiano, complice anche la difficile situazione economica globale, scarseggia di fondi e spesso, per acquistare, occorre sacrificare qualche elemento. L’Inter non fa eccezione: difficile che il sacrificato sia Alvarez, poiché nelle ultime ore è Coutinho il nome caldo, per il quale il Southampton avrebbe offerto 10 milioni. Una sua eventuale cessione sbloccherebbe il mercato in entrata, anche se, per questa finestra di mercato, le operazioni non sono all’insegna di spese folli.

A tal proposito, obiettivo numero uno è rafforzare la difesa: l’acquisto, risalente alla scorsa estate, di Silvestre, si è rivelato fallimentare e dunque i nerazzurri avrebbero proposto uno scambio con Federico Fernandez del Napoli. Si può chiudere a giorni. Sempre con i partenopei, la dirigenza interista lavora per portare Campagnaro a Milano, ma De Laurentiis si è opposto. Se ne riparlerà a giugno. Più facile l’operazione Andreolli, che l’Inter vorrebbe subito e per il quale offrirebbe un forte conguaglio al Chievo, nonostante il giocatore sarà disponibile a parametro zero, a partire dal termine della stagione.

Sembra chiuso, in favore dei nerazzurri, il discorso Bellomo: 1.7 milioni al Bari, dove il centrocampista rimarrà fino a giugno, per la metà. Infine si profila, sempre per l’estate, una sfida con il Milan, per accaparrarsi Lodi del Catania.

Riccardo Rollo