BOLOGNA, 23 GENNAIO – Chiuse lunedì sera alle 20 in Corte d’Appello, ecco finalmente le liste ufficiali dei candidati in Emilia-Romagna per le elezioni politiche di febbraio. In tutto ne sono state depositate 26 per la Camera e 20 per il Senato.

Accanto ai soliti noti – Pd, Pdl, Lega Nord, Udc – spuntano questa volta le liste Con Monti per l’Italia, Futuro e libertà per l’Italia (solo alla Camera, dove Fini è capolista, mentre al senato Fli si presenta in lista unica con Monti), Movimento 5 Stelle, Sinistra ecologia e libertà (con Vendola primo alla Camera) e Rivoluzione civile, il neonato partito di Antonio Ingroia, che compare al primo posto per la Camera, seguito da Giovanni Favia e Antonio Di Pietro.

Il Partito Democratico, come anticipato nelle scorse settimane, si presenta con i capilista Dario Franceschini, per la Camera, e la campionessa Josefa Idem, per il Senato.

[smartads]

Al primo posto nella lista del Pdl per la Camera compare invece il nome di Michela Vittoria Brambilla, mentre al Senato Silvio Berlusconi è seguito da Annamaria Bernini, dal senatore uscente Carlo Giovanardi e al quarto posto dall’ex presidente della Figc Franco Carraro. Restano invece esclusi i parlamentari bolognesi uscenti Filippo Berselli e Fabio Garagnani, oltre a Giampaolo Bettamio.

La Lega conferma invece gli uscenti Gianluca Pini, primo alla Camera, e Fabio Ranieri, che al Senato è al secondo posto dopo Giulio Tremonti ed è seguito dai bolognesi Manes Bernardini e Mirka Cocconcelli.

A capo della lista per la Camera del partito di Monti è invece Irene Tinagli, seguita dal forlivese Bruno Molea, presidente nazionale dell’Aics, mentre al Senato al primo posto compare il nome di Luigi Marino, seguito da Mauro Libè e Giuliano Cazzola.

Beatrice Amorosi