LOS ANGELES, 11 GENNAIO – Tutto è pronto per la cerimonia di premiazione delle statuette più ambite del mondo del cinema che quest anno si terrà il 24 febbraio al Kodak Thatre di Los Angeles. In Italia sarà l’alba del 25 e per quanti saranno in tensione per i risultati delle elezioni politiche, che si terranno lo stesso giorno, lo show potrebbe essere un’occasione per pensare ad altro.

Steven Spielberg con il film Lincoln ha fatto man bassa di nomination: dodici in tutto, tra cui miglior regista e miglior attore protagonista per David Day Lewis; a ruota segue, con undici nomination, Vita di Pi film di Ang Lee con Gèrard Depardieu. Pari merito, con otto candidature ciascuno, per Les Miserables di Tom Hooper e Il lato positivo – Silver Linings Playbook, pellicola diretta da David ‘O Russell, commedia tratta dal romanzo di Mattew Quick L’orlo argenteo delle nuvole, con Robert De Niro e Jennifer Lawrence, che risulta oltretutto essere anche il primo film nella storia degli Oscar a ricevere tutte le candidature più ambite: miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura e i premi per gli interpreti.

[smartads]

Oltre alla presenza di questi colossi del cinema americano e mondiale, ci sono state anche candidature a sorpresa, prima fra tutte, quella del trentenne Benh Zeitlin con il film Re della terra selvaggia, nelle sale italiane dal 7 febbraio e Michael Haneke con il suo Amour, già vincitore della Palma d’oro a Cannes.

Come ogni anno scattano, insieme alle candidature, anche le scommesse sui possibili vincitori. Tra gli attori, accanto ai super favoriti Day Lewis e Hung Jackman di Les Miserables si stanzia la novità: Bradley Cooper, il protagonista de Il lato positivo. Jennifer Lawrence, protagonista femminile dello stesso film, per accaparrarsi la statuetta come miglior attrice dovrà vedersela, fra le altre, con Emmanuelle Riva di Amour e con la bambina afroamericana Quvenzhanè Wallis protagonista di Re della terra selvaggia.

Vanessa Cancelliere