Didier Drogba, obiettivo di calciomercato della Juventus ai tempi del Chelsea

TORINO, 13 DICEMBRE Capolista in campionato, lieta sorpresa in Champions League. E’ un momento magico quello che si sta vivendo in casa Juventus. Agli ottimi risultati ottenuti sul campo, si aggiunge anche il ritorno in panchina del suo condottiero, il tecnico Antonio Conte, che per 4 mesi ha visto crescere e vincere la sua creatura dall’alto dei box degli stadi italiani ed europei.

Ma adesso che il vero leader è tornato, adesso che si sono raggiunti gli ottavi di Champions con annessi introiti milionari, ecco che la Vecchia Signora è pronta a ruggire anche sul mercato. “Dobbiamo confermarci ad alti livelli per arrivare un giorno a comprare quei giocatori da 35-40 milioni di euro, che adesso non possiamo permetterci”, le parole del tecnico salentino nella conferenza stampa di Juventus-Cagliari, ottavo di Coppa Italia. Parole che spronano tutto l’ambiente, il d.g. Giuseppe Marotta in primis che, di concerto con il presidente Andrea Agnelli, prova a bruciare i tempi e a portare a Torino un giocatore degno di essere definito un “Top”.

[smartads]

Secondo la Gazzetta dello Sport, i dirigenti bianconeri starebbero studiando una doppia operazione, tanto affascinante quanto complicata: Drogba a gennaio e Llorente a giugno. Da tempo Marotta è sulle tracce dell’ivoriano, un giocatore che permetterebbe ai bianconeri di giocarsi le proprie chance fino in fondo anche in coppa e per questo a gennaio si tenterà l’assalto decisivo. All’ex Chelsea, campione d’Europa con i Blues lo scorso anno, è stato proposto un accordo fino al 30 giugno 2014 a 5,5 milioni di euro. Cifra lontanissima da quella che l’attaccante percepisce allo Shanghai Shenua, ma ecco che la Juventus, per superare lo scoglio legato ai soldi, starebbe adottando una strategia particolare per convincere il giocatore. Stando a quanto afferma Tuttosport, all’attaccante gli sarebbe stato recapitato il dvd di Juventus-Chelsea 3-0. Una ricostruzione della magica serata europea rivisitata attraverso immagini esclusive e suggestive: lo stadio, la coreografia, i gol e una scritta, “Siamo noi e vogliamo la Champions”. Una tecnica di seduzione geniale e unica, cha da l’idea di quanto la Juve, e Conte, desiderino avere in rosa un fenomeno come Drogba. Una trattativa che si preannuncia complicatissima per i bianconeri, ma che, se portata a termine, consentirebbe a Conte di avere a disposizione un reparto avanzato che, con Vucinic e Giovinco (gli unici due a cui l’allenatore non rinuncia mai), sarebbe in grado di scardinare qualsiasi difesa avversaria.

Calogero Montalbano