Mario Balotelli Manchester CityMILANO, 6 DICEMBRE – La dirigenza del Milan è già al lavoro in vista del mercato di riparazione. Pochi giorni fa le dichiarazioni rilasciata dell’ad Galliani hanno fatto chiarezza in vista di Gennaio precisando che prima di tutto sono importanti le cessioni, vista l’ampia rosa di 32 giocatori.

”Una squadra di calcio deve essere fatta con criterio non in base ai regali. Siamo in 32 se non esce nessuno non arriva nessuno, prima si vende poi si compra altrimenti si resta così”, ha esordito Galliani. Dopo qualche domanda sul futuro di Robinho, l’uomo mercato rossonero si è fatto scappare un suo personale sogno oltre a quello di vedere Balotelli al Milan: “Neymar insieme ad El Shaarawy sono i 20enni più forti che ci sono. Sarebbe bello una coppia El Shaarawy-Neymar (ride)”.

Che sia la solita tattica per tenere lontani i giornalisti dai reali obiettivi di mercato? Una cosa è certa, il presidente è tornato a dare un contributo morale alla squadra e, sperano i tifosi, anche economico. Qualcuno ricorderà lo striscione del 2010 quando i tifosi della curva sud criticarno l’assenza del presidente, di sicuro adesso gli stessi autori di quello striscione potranno essere contenti del ritorno del Presidente visto che adesso è tornato ad essere presente e a supportare squadra e allenatore.

Potremmo mai rivedere Berlusconi in veste di un Babbo Natale spendaccione che regala la coppia da sogno Neymar-Balotelli al proprio mister? Sognare non costa, non soprattutto quei 80 milioni di euro che servirebbero per portarli entrambi in italia.

L’acquisto di un top player come questi non farebbe certo male al Milan, ma perché non continuare sulla linea economica e giovanile che il Diavolo sta adottando in questo ultimo periodo, e puntare su giocatori come Simone Andrea Ganz, giovane talentuoso della primavera che ha quel cognome che farebbe ben sperare qualsiasi tifoso.

Fulvio Lipari