ROMA, 1 DICEMBRE – Il mago del fantasy John Ronald Reuel Tolkien torna in questi giorni a far parlare di sé grazie all’uscita del nuovo film diretto da Peter Jackson “Lo Hobbit – Un viaggio inatteso”, basato sull’omonimo romanzo dello scrittore inglese.

Sulla scia del successo della triade “Il signore degli anelli”, conclusasi nel 2003, Peter Jackson decide di lavorare nuovamente alla trasposizione di un classico del fantasy, datato 1937.

Questa volta il protagonista non è il coraggioso Frodo, bensì Bilbo Baggins suo padre.

Accompagnato da tredici nani e dal mago Gandalf, Bilbo intraprenderà un viaggio pieno di avventure e pericoli, per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal malefico drago Smaug.

Durante il viaggio rivedremo Gollum, l’inquietante personaggio che aveva reso celebre la triade del Signore degli anelli. Bilbo riuscirà a sottrarre a Gollum un prezioso anello d’oro, legato alle sorti della Terra di mezzo.

Coloro che tristemente avevano dato l’addio all’ultima parte de “Il Signore degli anelli”, gioiranno nel vedere questa nuova creazione del regista Jackson che ci riporta nel lontano mondo, oramai dimenticato, di Frodo, Gollum  e Gandalf.

[smartads]

Accanto al ben noto regista, ritroviamo gli stessi sceneggiatori che avevano fatto sognare il grande pubblico della saga, Fran Walsh e Philippa Boyens. Quasi a volersi assicurare una buona fetta di successo, sono stati riconfermati nel cast  alcuni degli attori che avevano dato lustro alla trilogia cinematografica, quali Elijah Wood, Cate Blanchett, Orlando Bloom e Ian McKellen.

Come era stato per il Signore degli anelli, anche Lo Hobbit sarà una trilogia della quale sono già stati scelti i titoli. La Warner Bros ha programmato l’uscita nelle sale del primo capitolo della saga il 14 dicembre 2012, mentre il secondo capitolo intitolato “Lo hobbit: andata e ritorno”, uscirà il 13 dicembre 2013.

In realtà l’anteprima del primo film è stata proiettata mercoledì a Wellington in Nuova Zelanda, con una novità: invece dei canonici 24 fotogrammi al secondo, sono stati realizzati 48 fotogrammi al secondo per rendere l’immagine più nitida e dettagliata, ha affermato il regista.

Vedremo a partire dal 14 dicembre cosa ne penserà il pubblico del nuovo kolossal firmato, ancora una volta, Warner Bros.

Lucia Bonora