ROMA, 29 NOVEMBRE – Il ministro “non eletto” Elsa Fornero ci ricasca e il suo obiettivo principale rimane quello dei giovani.

Qualche settimana fa li etichettava come “choosy”, ovvero troppo selettivi nella ricerca del lavoro, nonostante il denaro e il tempo spesi nello studio. Ieri invece, alla presentazione del libro di Antonio Polito “Contro i papà. Come noi italiani abbiamo rovinato i nostri figli”, il ministro si lascia andare ad un’altra considerazione: “i nostri figli sono un po’ viziatelli, sono abituati alle vie dorate e prendono il lavoro a pezzi e bocconi”.

Continuano quindi le offese e gli sbeffeggiamenti ai danni dei giovani, come se non bastasse la visione di un futuro precario in un periodo così difficile.

Tornando sul tema del libro, conclude poi dicendo: “Noi mamme dobbiamo insegnare ad avere pazienza. Non è che entri in un’azienda e diventi subito manager”.

A meno che non sei figlio di un ministro.

Stefano Angelillo