BOLOGNA, 27 NOVEMBRE – Sarà anche il più povero e il più bistrattato tra i maggiori campionati del Vecchio Continente, ma quello italiano rimane pur sempre il più difficile e il più avvincente.

Dopo una partenza da record, la Juventus accusa le fatiche del doppio confronto e comincia a dare i primi segnali di cedimento, specialmente a livello nervoso. In Champions League, la Vecchia Signora dovrà sudarsi la qualificazione nella fredda Ucraina, nell’ultima giornata contro lo Shakhtar Donetsk di Lucescu, già qualificato, ma che vorrà difendere il primato.

In coppa, però, gran parte del lavoro è stato fatto annichilendo i Blues (3-0), dell’ormai ex Di Matteo, nella bolgia dello Juventus Stadium. In Serie A, dietro ai bianconeri campioni in carica, che attendono con ansia il ritorno di Conte sulla panchina, c’è una vera e propria bagarre tra Fiorentina, Napoli e Inter, con quest’ultima reduce da una grande rimonta in campionato, nonché la sola ad aver profanato il nuovo tempio bianconero. La formazione di Stramaccioni, dopo una serie strabiliante di vittorie consecutive, ha commesso qualche passo falso (vedi Atalanta e Cagliari).

Cliccare qui per accompagnare i pronostici su Champions, Serie A o Europa League, aggiornati alla vigilia degli appuntamenti più importanti.

I nerazzurri danno l’impressione di poter competere a lungo termine con i rivali storici, anche perché il pass per i sedicesimi di finale di Europa League è già al sicuro da tempo. Inoltre, il livello generale in questa competizione europea è relativamente inferiore rispetto alla Champions League (ai sedicesimi solo Liverpool, Atletico Madrid, Lazio e Napoli costituiscono un problema sulla carta).

[smartads]

In Italia, senza coppe, la Vecchia Signora ha dimostrato di non avere rivali la passata stagione. Quest’anno vige lo stesso assioma, anche in virtù di una rosa migliorata. La Champions League, perciò, sarà una vera e propria discriminante nel cammino bianconero, anche in considerazione dell’eventuale avversario da affrontare nella fase a eliminazione diretta.

Abituato a lottare ad alti livelli da qualche stagione, il Napoli di Mazzarri è da considerarsi come un’outsider di lusso, al pari della Fiorentina di Montella. Si tratta di due squadre a ridosso del podio con chiare ambizioni continentali e che potranno influire pesantemente sulla lotta al tricolore negli scontri diretti. Per la vittoria finale, però, le chance sono pochissime e le quote dei bookmakers lo dimostrano.

Per le principali partite di Serie A è possibile consultare i pronostici di Sportytrader, con le quote dei bookmakers sui possibili esiti degli incontri. Fino alla fine del Campionato, vedere gli sviluppi delle singole partite può essere sempre utile per farsi un’idea sul vincitore finale.