MILANO, 22 NOVEMBRE – Che il feeling tra Alexander Pato e il Milan non sia più quello degli anni migliori lo si era intuito già da tempo. I mille infortuni, con annesse ricadute, e le deludenti prestazioni fornite sul campo hanno pian piano trasformato un rapporto d’amore in una convivenza ai limiti della sopportazione.

Ma ecco che dopo la vittoria ottenuta contro l’Anderlecht in Champions League (in cui il giocatore ha siglato la rete del definitivo 3-1), l’attaccante brasiliano si è lasciato andare ad uno sfogo che non è piaciuto per niente alla società. “El Shaarawy sta giocando bene, però io voglio giocare, aspetto il mio procuratore per vedere il da farsi”. Dichiarazioni velenose che sicuramente lasceranno degli strascichi pesanti da qui in avanti. Uno sfogo che stona non poco con il momento vissuto dalla squadra, raggiante dopo essere riusciti a strappare il visto per gli ottavi di finale con un turno d’anticipo. Anche i tempi e i modi con cui il giocatore si è espresso fanno capire quanto il Papero sia ormai distante da tutto l’ambiente rossonero. Al giocatore sembra non vada giù l’idea di non essere più l’idolo della tifoseria, che al suo posto ormai hanno messo, giustamente, El Sharaawy, autore di un inizio di stagione a dir poco impressionante. Proprio la rivalità con il piccolo Faraone sembra essere alla base dell’insofferenza manifestata nelle ultime settimane.

[smartads]

Insomma, segnali che fanno presagire un divorzio sicuro a gennaio. E pensare che proprio un anno fa l’attaccante fu sul punto di dire addio ai colori rossoneri, salvo poi l’intervento di Silvio Berlusconi che bloccò il suo approdo al Psg. Ma adesso le cose sono notevolmente cambiate e lo si intuisce dalle parole del suo agente, Gilmar Veloz, che a TuttoMercatoWeb.com ha cercato di spiegare la vicenda: “Vogliamo capire e valutare bene la situazione con il Milan, per adesso aggiungere altro sarebbe superfluo perché rischierei di dire cose inesatte. Martedì – prosegue – arriverò in Italia, parlerò con Alexandre e con il Milan e poi valuteremo cosa fare”. Alla domanda se Pato possa realmente lasciare il Milan, Veloz se l’è cavata con un “Non lo so, ne riparliamo dopo martedì…”.

E’ probabile comunque che le parti, Veloz da un lato e Milan dall’altro, cercheranno di ricucire lo strappo anche se la situazione sembra ormai compromessa. Il brasiliano ha molto mercato all’estero, in particolare a Parigi dove il vecchio maestro Ancelotti avrebbe pronta per lui la cura rigenerativa. Certo, qualora la trattativa decollasse, le cifre sarebbero ben lontane da quelle pattuite un anno fa. Il giocatore si è fortemente deprezzato a causa dei problemi fisici che lo hanno costretto ad una lunga assenza dai campi di gioco, anche se con 15-20 mln di euro sul piatto Adriano Galliani sarebbe disposto a farlo partire. Non resta che attendere l’incontro di martedì prossimo, anche se l’addio ormai sembra imminente.

Calogero Montalbano