MILANO, 20 NOVEMBRE – Si è percepita una certa tensione stamattina in aula durante l’udienza del “processo Ruby”, che vede imputato l’ex premier Silvio Berlusconi.

E’ assurdo, questo processo è assurdo”, ha detto Marianna Ferrera, ex meteorina al Tg4 di Emilio Fede – insieme alla sorella gemella Manuela – intervenuta come testimone.

Immediata la reazione piccata del procuratore aggiunto Ilda Boccassini: “Come si permette di esprimere qui giudizi sul processo?”. “Le sarà scaturito dal cuore”, ha risposto con una punta di sarcasmo l’avvocato di Berlusconi, Nicolò Ghedini.

Io sono una brava ragazza – si è difesa la Ferrera – e mi hanno considerata un’escort, quindi se lei permette io dico che questo è un processo assurdo”.

E quando il pm ha domandato quale danno avesse subito la ragazza, “Basta cliccare su internet – ha risposto l’ex meteorina – e il mio nome è associato a quello di un’escort, faccio fatica ad andare in giro perché tutti mi dicono ‘bunga-bunga’”.

[smartads]

Marianna infatti, oltre ad illustrare le previsioni metereologiche al Tg4, ha fatto parte del club delle “olgettine”, pur avendo partecipato solo 4 o 5 volte alle cene di Arcore, che la Ferrera stessa definisce “tranquille, senza il minimo accenno al sesso o alla volgarità”.

Queste sue frequentazioni le hanno però fruttato il consueto mantenimento mensile di 2.500 euro corrisposto alle ospiti del premier – anche la sorella Manuela ne è beneficiaria – oltre a una Smart coupé generosamente regalatale da Berlusconi – Manuela ha ricevuto una Mini Cooper – e ben presto rivenduta.

Beatrice Amorosi