VENEZIA, 12 NOVEMBRE – Se a Venezia l’acqua alta di per sé non è un evento così eccezionale, i livelli raggiunti fra ieri e oggi hanno invece battuto diversi record. Alle 9.15 di stamani si è raggiunta la punta massima della marea a 120 cm, evento che comporta l’allagamento del 5% delle zone pedonali della città lagunare.

Il maltempo di questi giorni, unitosi allo scirocco che sferza la zona di Venezia, ha dato vita ad una piena di acqua alta particolarmente rilevante. Infatti, i 120 cm registrati alle 9.15 di oggi sono un’altezza ragguardevole, tanto che il Centro Maree dichiara che dal 1872, anno in cui sono iniziate le rilevazioni, questa è la sesta marea di tale portata.

[smartads]

Tutto ciò ha avuto ripercussioni sulla viabilità pedonale della città, infatti molte zone sono state invase dall’acqua, ma i cittadini erano già stati avvertiti dell’evento e il Centro Maree da tre giorni aveva previsto questa particolare piena, anzi in un primo momento si temeva che potesse essere anche di portata maggiore (130-140 cm), previsione poi smentita anche grazie a una diminuzione della forza del vento.

I vigili del fuoco comunque sono impegnati in diverse operazioni, in modo particolare nella zona di Santa Croce, dove un albero caduto ha provocato danni a un’abitazione, ma fortunatamente senza provocare feriti.

Amalia Salsi