RIMINI, 30 OTTOBRE – Era scomparso da martedì scorso 23 ottobre, Vittorio Di Gennaro il turista riminese in vacanza in Madagascar il cui corpo è stato rinvenuto ora, senza vita. A darne la triste notizia, un parente.

Il 69enne, ingegnere in pensione, si era concesso una vacanza organizzata dal tour operator di Milano, Lombard Gate. Era partito domenica scorsa, ed  era assieme al gruppo turistico, quel martedì, quando di lui si sono perse le tracce. Stavano visitando la riserva naturale di Ankarana a nord dell’isola ma lui, stanco, aveva deciso di  fermarsi a prendere fiato e riposare; avrebbe aspettato gli altri al loro ritorno. Dopo circa un’ora, terminato il giro turistico, il gruppo è tornato a prenderlo, ma non lo ha più trovato. Immediatamente le autorità locali, in contatto con l‘Ambasciata Italiana, hanno dato il via alle ricerche. Queste, si sono concluse nella notte, con il tragico ritrovamento del corpo dell’ingegnere senza vita.

[smartads]

L’INDAGINE – Secondo gli inquirenti e la Farnesina, a prima vista il corpo non sembrerebbe riportare segni di violenza per cui il decesso, potrebbe essere attribuito ad un malore improvviso o  a sfinimento.

Era un viaggiatore esperto e non avventato, riferisce la moglie Domenica Mauri avvertita  dai carabinieri di Rimini. Era un viaggio organizzato da tempo e scrupolosamente, quello in Madagascar. Quella di viaggiare era una passione da sempre coltivata da Vittorio e, che aveva particolarmente nutrito dopo la pensione. Una passione che lo ha portato alla morte.

Ora sarà l’autopsia sul corpo della vittima a chiarirne le cause e ad avvalorare o smentire la prima ipotesi formulata.

Marilena Felice