ROMA, 27 OTTOBRE – Arrivederci all’ora legale. Questa notte alle ore 3 le lancette dei nostri orologi dovranno essere sposate di un’ora indietro.

Ritorna così l’ora solare, che da un lato permetterà al popolo italiano di riposare un’ora in più, ma dall’altro significa, in termini di luce, accorciamento delle giornate e l’arrivo del tanto odiato inverno.

L’apripista del resto è arrivato in queste ultime ore, visto che la penisola italica è stata investita da piogge forti e da un brusco calo delle temperature, che in alcune regioni hanno fatte registrare anche i primi fiocchi di neve.

L’estate è ormai solo un ricordo sbiadito e a confermarlo sarà anche l’entrata in vigore dell’ora solare.

L’ora legale tornerà il 31 Marzo 2013 con l’arrivo della primavera e delle belle giornate.

[smartads]

C’è da segnalare un particolare, davvero importante, legato all’ora legale.

Stando ad alcune rivelazioni sopraggiunte da Terna, durante tutto il periodo di ora legale partito il 25 marzo scorso, l’Italia ha risparmiato ben 102 milioni di euro in termini di chilowattora, potendo contare su quell’ora in più di luce che ha permesso di posticipare, per aziende e famiglie, l’accensione delle luci artificiali.

Un bel risparmio in termini di costi, ma anche di benefici visto il periodo di crisi che ha investito tutte le famiglie italiane.

Emanuele Ambrosio