HERAT, 26 OTTOBRE – Ancora un soldato italiano perde la vita e ormai sono più di 50 dall’inizio della missione in Afghanistan. Il caporale alpino Tiziano Chierotti (nella foto), 24 anni, è rimasto ucciso ieri in uno scontro a fuoco contro alcuni insorti nella provincia di Farah. Nella sparatoria sono rimasti feriti, ma non risultano in pericolo di vita, altri tre militari, che sono stati ricoverati presso l’ospedale nell’ospedale da campo di Farah. I militari coinvolti appartenevano al 2/o Reggimento Alpini di Cuneo. Nell’attacco ha perso la vita anche un soldato afgano.

Lo Stato Maggiore della Difesa ha reso note le dinamiche in cui Chierotti è rimasto ucciso. Lui ed i suoi commilitoni stavano partecipando ad un’operazione congiunta della Task Force South East con l’unità del 207° Corpo dell’esercito afgano. Lo scontro a fuoco è avvenuto nel distretto di Bakwa, a sud di Herat: mentre erano impegnati nel pattugliamento del villaggio di Siav, a 20 km a ovest della base operativa avanzata Lavaredo di Bakwa, dove è di stanza la Task Force South East costituita dal 2/o reggimento alpini, i soldati hanno subito l’imboscata da parte di un gruppo di insorti, nella quale Chierotti ha subito un letale colpo all’addome. Inutile è stato il ricovero d’urgenza alla struttura sanitaria di livello superiore di Camp Bastion. La camera ardente del giovane alpino è stata allestita nella base di Camp Arena ad Herat.

[smartads]

Il premier Mario Monti, saputa la triste notizia, ha auspicato in una nota che «tutto il mondo politico e istituzionale si raccolga intorno alle forze armate, confermando il pieno sostegno al loro impegno nelle aree di crisi».

Tiziano Chierotti, nato il 7 ottobre 1988 a San Remo (Im) è il 52esimo soldato italiano morto sul campo dall’inizio della missione in Afghanistan, il sesto dall’inizio del 2012. La camera ardente del giovane alpino è stata allestita nella base di Camp Arena ad Herat. Su Facebook, la sorella lo ricorda come «il mio eroe da sempre, per sempre» e sul social network è stata creata una pagina “Onore al Caporale Tiziano Chierotti”.

A Kormaleq, invece, a circa quaranta chilometri da Farah, un blindato Cougar italiano è rimasto coinvolto nell’esplosione di un ordigno rudimentale, avvenuta alle ore 11.21 locali (08.51 italiane). I sei soldati a bordo non hanno riportato ferite, ma verranno sottoposti alle visite mediche una volta fatto ritorno alla base.

Giovanni Gaeta