MILANO, 17 OTTOBRE – La standing ovation di San Siro al minuto 80′ della gara di qualificazione ai mondiali 2014 in Brasile, ha coronato il ritorno di Mario Balotelli nella sua Milano. Il gol del 3 a 1 sull’assist sontuoso di Pirlo ha spezzato definitivamente le gambe alla Danimarca di Olsen, illusa dalla rete del momentaneo 2 a 1 siglata da Kvist nel finale del primo tempo.

Balotelli ha spaccato in due la partita: boa di riferimento per innalzare il baricentro della squadra orfana di Osvaldo, espulso per un’innocua manata nelle prime fasi del secondo tempo, imprendibile per il roccioso Agger e sempre pronto a recuperi nella linea mediana. Un Mario così non si era mai visto nella sua breve esperienza in azzurro.

[smartads]

L’aria di Milano ha rinsavito l’attaccante del  City, in rotta di collisione con l’ambiente di Manchester e prossimo alle nozze con la splendida Raffaella Fico dopo la fuga d’amore sul Golfo di Napoli.

La grande prestazione di Bad Mario ha riaperto i rumors di mercato su un suo possibile ritorno a Milano. L’ad del Milan Galliani ha dichiarato che “a Mario ci penso io”, mentre dall’altra sponda dei Navigli regna il silenzio. Più volte Moratti ha dichiarato che un ritorno di Balotelli all’Inter sarebbe gradito da tutti.

Intanto Mario allontana le voci di mercato dichiarando di trovarsi bene in Inghilterra. Sara verò?

Redazione