SAN PIETROBURGO, 3 OTTOBRE – Allegri sceglie Bojan al posto di Pazzini. In campo il 4-2-3-1 con De Jong e Montolivo a centrocampo. In difesa Bonera e Zapata.
Al 7′ Emanuelson di sinistro: Malafeev respinge sui piedi di Bojan fermato però in fuorigioco dall’arbitro Brych
Al 10′ destro potentissimo del belga Witsel dalla distanza: la palla sorvola la traversa.
Al 13′ Milan in vantaggio. Segna Emanuelson su punizione, decisiva la deviazione in barriera di Shirokov: 0-1.
Al 15′ il Milan manca il 2-0 ancora con Emanuelson che in scivolata mette fuori da un passo sull’assist di Antonini.
Al 16′ strepitoso 2-0 di El Shaarawy! Si beve la difesa dello Zenit con una serie di dribbling, penetra in area e infila alla destra di Malafeev.
Al 20′ Bojan si accentra in area e cade nel contrasto: l’arbitro lascia proseguire.
Al 25′ miracolo di Abbiati che devia in angolo il tocco a colpo sicuro di Hulk.
Al 34′ ancora super Abbiati: splendida elevazione del portiere che alza oltre la traversa il bolide di uno scatenato Hulk.
Al 37′ Punizione Zenit dalla trequarti. Hulk dentro, deviazione di Hubocan e ancora una volta Abbiati si deve superare e deviare in corner.
Al 39′ doppio miracolo di Abbiati sul sinistro di Hulk.
Al 40′ Abbiati si oppone al destro Bystrov.
Cresce in maniera esponenziale la pressione dello Zenit.
Al 45′ Zenit in gol: Hulk. Palla all’attaccante brasiliano in area; troppo facile per lui battere Abbiati con un rasoterra velonoso: 1-2.

Al riposo con il Milan in vantaggio. Abbiati compie almeno 5 parate strepitose, ma rossoneri che meritano.

Al 49′ pareggio dello Zenit: Shirokov.
Segna di testa l’indisturbato Shirokov che spinge in rete la palla calciata dalla bandierina: 2-2.
La squadra di Spalletti ribalta il risultato con un micidiale uno-due.
[smartads]Al 52′ Abate contrasta Hulk chge cade in area. L’arbitro fa proseguire.
Al 53′ prima sostituzione in casa Milan: esce Bojan, entra Pazzini.
Al 54′ occasione clamorosa per il Milan. Abate dentro, Boateng di testa manda a lato alla destra di Malafeev.
Al 66′ sostituzione Milan: entra Nocerino, esce Emanuelson. Allegri ha bisogno di muscoli a centrocampo.
Al 76′ Milan in vantaggio: autogol Hubacan.
Assist di Montolivo, Pazzini si butta sulla palla, ma c’è l’autogol di Hobocan: Zenit-Milan 2-3.
All’80’ ultima sostituzione per il Milan: esce Boateng, entra Yepes.
All’83’ Abbiati compie l’ennesimo miracolo deviando in angolo il bolide da fuori area di Anyukov.
Quattro minuti di recupero decretati dall’arbitro.
Al 94′ El Shaarawy penetra in area e tenta il destro a giro: fuori.

E’ finita. Il Milan ha vinto soffrendo 3-2. Grande prova di carattere con un finale ragionato.

PAGELLE ZENIT-MILAN

Zenit: Malafeev 6, Criscito 6,5, Lombaerts 5,5, Hubocan 4,5, Anyukov 5,5, Shirokov 6,5, Witsel 6, Fayzulin 5,5 (79 Kanunnikov s.v.), Hulk 7,5, Kerzakov 5,5, Bystrov 6 (72 Zyrianov 6).
Milan: Abbiati 8, Abate 5,5, Bonera 6, Zapata 5,5, Antonini 5,5, De Jong 5,5, Montolivo 6, Emanuelson 6,5 (64′ Nocerino 5,5), Boateng 5,5 (80′ Yepes s.v.), El Shaarawy 7, Bojan 6,5 (52′ Pazzini 6).

Massimiliano Chiaravalloti