BARI, 24 SETTEMBRE Angela Celentano sarebbe viva. La bambina che all’età di tre anni, il 10 agosto 1996, scomparve in Messico, sul Monte Faito, ora si sarebbe messa in contatto con la propria famiglia d’origine.

È quanto hanno rivelato questa mattina a “I Fatti Vostri” i genitori, Maria e Catello Celentano, e la sorella Rossana, che dice di essere in contatto con la presunta ragazza scomparsa dal 25 maggio 2010. Due anni fa ricevette infatti la prima mail da Celeste – così dice di chiamarsi – che le scrisse di aver visto per caso la propria fotografia su un sito di bambini scomparsi e di essersi riconosciuta.

Ho visto le foto molte volte e mi fanno piangere – ha scritto – perché so che quella della foto sono io. Non vi posso dire il mio vero nome, ma vivo in Messico e sono felice dove sto”.

La ragazza, ormai ventenne, vivrebbe infatti con la famiglia adottiva presso la quale dice di essere stata abbandonata da una donna che lavorava lì come domestica.

Non preoccupatevi per me – ha aggiunto – io sono felice con la mia nuova famiglia ed è per questo che ora non potrei tornare da voi”.

I Celentano raccontano di aver poi ricevuto da Celeste una sua foto e di averla trovata molto somigliante alla figlia scomparsa.

[smartads]

Lo scambio via e-mail si è però interrotto di colpo nel dicembre 2011, quando la polizia italiana diede avvio alle indagini in Messico.

L’avvocato della famiglia Celentano, Luigi Ferandino, spiega che l’indirizzo dove la ragazza diceva di abitare si rivelò inesatto e che si giunse quindi a una seconda abitazione. Qui viveva una famiglia di quattro componenti – genitori e due figli – che negò di aver inviato i messaggi. Ma col sequestro dei computer si scoprì che alcuni dati erano stati cancellati e si arrivò alla certezza che le mail fossero partite da lì.

Al momento le indagini sono in corso e la famiglia in questione è sotto inchiesta per false dichiarazioni al pubblico ministero.

Beatrice Amorosi