BOLOGNA, 14 SETTEMBRE – Chi vincerà la sfida delle vendite? Dalle caratteristiche sembra che il Galaxy sia superiore ad entrambi, ma il melafonino ha sempre un certo fascino

Con un’enfasi un po’ più criptica del solito è stato definito sul sito ufficiale“il più grande evento nella storia dell’iPhone dopo il primo iPhone”, ma se l’anno scorso l’iPhone 4S poteva godere di caratteristiche ancora senza rivali, quest’anno per il Cinque, il confronto è duro.

Abbiamo scelto i migliori esponenti degli ecosistemi avversari per uno scontro preliminare, basato sulle specifiche tecniche: per Android porta lo stendardo il campione di vendite Samsung Galaxy S III, mentre il vessillo di Windows Phone 8 è retto dal Nokia Lumia 920.

Caratteristiche Tecniche dei competitors dell’iPhone 5

Cominciando dallo schermo – punto di forza di Apple dai tempi dell’iPhone 4 – il gioco si fa subito duro.

L’anno scorso il Retina Display poteva essere ancora definito esclusivo, ma ormai lo standard per gli smartphone è almeno il 720p. E i pixel sui display di Galaxy S III e Lumia 920 si affastellano a una densità di 306 e 332 pixel per pollice.

L’iPhone 5 si ferma a 326, pareggiando la definizione di 1336×640 pixel. La diagonale aumenta finalmente a 4″, ma l’effetto wow è esaurito: il Lumia, su un display più grande, supera addirittura la densità del Retina. Resta da valutare coi nostri occhi la tecnologia antiriflesso vantata da Apple durante la presentazione.

Il round della fotocamera vede il gingillo di Cupertino giocarsela soprattutto con il Lumia 920.

Il comparto fotografico già ottimo del 4S viene migliorato da un supporto più avanzato da parte del processore e da un’ottica più raffinata e luminosa.

Ma il Nokia avrà dalla sua la tecnologia PureView la quale, seppure in versione da 8 Mpixel, include le classiche lenti Carl Zeiss, apertura focale f/2.0 (contro l’f/2.4 dell’obiettivo di iPhone 5), uno stabilizzatore ottico e un doppio flash led che in caso di scarsa luminosità possono fare la differenza.

[smartads]Il processore A6 è un dual-core di generazione successiva a quello di iPhone 4S: da Apple assicurano il doppio della capacità di calcolo e delle prestazioni grafiche, ma per i benchmark c’è tempo.

Quello che sappiamo è che anche la già fluidissima esperienza di Windows Phone 8 da questa generazione ha aperto le porte al dual-core, e che i coreani sono già a loro agio con i propri quad-core fatti in casa.

Per la prima volta lo scontro al vertice sarà senza scatti.

Sulla memoria e la facilità di scambio dei dati vince Samsung: a prescindere dalla quantità di memoria a bordo (32 GB fissi sul Lumia, varia sugli altri due modelli), il Galaxy S III è l’unico smartphone del trio ad avere uno slot microSD.

Il Lumia sopperisce con la porta micro Usb, Apple aggiorna il suo connettore restando ancorata al formato proprietario.

Per il resto, il giudizio è prematuro: la durata della batteria è un valore che ai produttori piace sparare alto.

La connettività include il 4G su tutti i modelli. E il sistema operativo è una questione soggettiva: iOs rimane il più ricco di app che ne estendono le funzioni, ma nonostante le novità della versione 6 (Mappe su tutte) sconta un design sostanzialmente immutato da anni; Android è un parco giochi di funzionalità e chicche per smanettoni, in trasformazione costante, ma poco immediato; WP8 offre un’esperienza più teleguidata, ma molto ben integrata con i social network e graficamente intrigante.

Per la prima volta, l’esito della partita (almeno sul piano tecnico) non è scontato.

Una valutazione migliore è rimandata a quando avremo i dispositivi tra le mani: il Samsung è già in vendita dal 29 maggio scorso, iPhone 5 arriverà da noi il 28 settembre e il Lumia si farà attendere fino a novembre.

Il match sarà bollente.

Flavia Pugliese