MILANO, 12 SETTEMBRE – La vita di Massimiliano Spelta e Carolina Ortiz non sembra rivelare ombre, misteri, in generale ragioni per cui qualcuno potesse “avercela” a tal punto da tendere alla coppia un agguato mortale in una delle vie più centrali di Milano.

Massimiliano, 43 anni, e Carolina, 21, si erano sposati nel 2011 a Santo Domingo.

Raccontano gli amici che Massimiliano era stato ai Caraibi da giovane per tornarci poi una seconda volta in cui aveva conosciuto Carolina, la donna che poi sarebbe diventata sua moglie e lo avrebbe seguito a Milano.

I due avevano una bambina di due anni, Silvia, l’unica sopravvissuta alla sparatoria di Via Muratori.

Assieme alla sorella e ad alcuni familiari, Massimiliano aveva un’attività di compravendita di integratori alimentari, la “Dietetics Farma”, fatta fallire volontariamente nel 2011 e posta in liquidazione per volere di tutti i soci.

Dal momento del fallimento della Dietetics Farma pare che l’uomo non abbia svolto alcuna attività lavorativa.

La sorella di Massimiliano, Cristina, ha avuto un lungo colloquio con gli inquirenti, da cui è trapelato che negli ultimi tempi i rapporti del fratello col resto della famiglia, lei compresa, si erano fatti sempre meno frequenti.

Massimiliano e Carolina abitavano in un loft di Via Mecenate 84, a Milano, in una palazzina piuttosto elegante dove si trovano anche uffici e laboratori.

[smartads]

In quell’appartamento, perquisito ieri sera subito dopo l’agguato, gli uomini della Omicidi hanno trovato 47 grammi di cocaina nascosta tra alcuni effetti personali.

E questo particolare al momento sembra stravolgere il punto di vista sulla coppia, che appare avvolta in una luce più fosca: cosa ci faceva quella cocaina in casa di una famiglia all’apparenza così “normale”?

In quali affari era coinvolto Massimiliano a un anno dal fallimento della sua attività e senza un’occupazione?

Sulla vita dei coniugi, incensurati, si stanno cercando di reperire tutte le informazioni possibili, interrogando amici, parenti e qualsiasi persona fosse in qualche modo in contatto con loro.

Oltre agli accertamenti sui movimenti bancari sono già partiti i contatti con le autorità di Santo Domingo per ricostruire il passato della giovane moglie di Massimiliano, Carolina.

Ilaria Facchini