E' morto a soli 13 anni Christian per un vaso caduto sulla testa mentre passeggiava con la madre in via Appia

ROMA, 11 SETTEMBRE – Si è spento nella tarda notte Christian dopo essere stato ricoverato all’ospedale San Giovanni in gravissime condizioni.

Stava passeggiando lungo la via Appia, all’altezza del civico 119, a pochi metri dalla madre Elisabetta quando gli è caduto sul capo un vaso di medie dimensioni. L’altezza da cui è caduto il vaso, il sesto piano, e il peso hanno provocato delle ferite gravissime sul cranio del ragazzino. Subito le urla disperate della madre alla vista del figlio agonizzante sul marciapiede in una pozza di sangue. Le urla hanno attirato l’attenzione dei passanti e dei commessi dei negozi adiacenti. Un farmacista ha cercato di rianimare il ragazzino con una bombola di ossigeno, senza alcun successo. All’arrivo dell’ambulanza è stata soccorsa anche la madre, che è ancora ricoverata sotto shock. 

I genitori  hanno acconsentito all’espianto degli organi.

[smartads]

CORDOGLIO E INDAGINI – “È una notizia terribile e drammatica che non avremmo mai voluto ricevere. A nome mio e di tutta l’amministrazione capitolina desidero rivolgere alla famiglia il profondo cordoglio per questa prematura scomparsa e ai genitori inviamo un abbraccio affettuoso e accogliente affinché‚ in questa terribile situazione possano sentire la vicinanza di tutta la città”, ha dichiarato il vice sindaco di Roma, Sveva Belviso.

La procura di Roma ha aperto un’indagine omicidio colposo. Gli inquirenti stanno verificando come sia caduto il vaso e se qualcuno ne porti la responsabilità.