KANDAHAR, 10 SETTEMBRE – Ed ecco che il principe Harry torna a far parlare di sé. Ma questa volta la notizia appare più seria rispetto al recente scandalo di cui il secondogenito di Carlo e Diana si è reso protagonista, in seguito all’uscita di fotografie che lo ritraevano nudo mentre partecipava a un festino in un albergo di Las Vegas.

Oggi si tratta di una minaccia di morte.

Zabiullah Mujahid, portavoce dei ribelli afghani, ha infatti annunciato al Sunday Telegraph che i talebani faranno del loro meglio “per uccidere il principe Harry e gli altri membri delle forze britanniche a Helmand”, roccaforte degli studenti delle scuole coraniche.

A quattro anni e mezzo dalla sua ultima missione in Afghanistan, interrotta proprio per il rischio che finisse nel mirino di Al Qaeda, “Capitan Galles” – come lo chiamano i commilitoni – è tornato al fronte da soli due giorni e già minacciano di farlo fuori.

[smartads]

La sua presenza qui è propaganda – dice Mujahid – un modo per far dimenticare le sue scorribande di Las Vegas, che non servirà a coprire la debolezza dell’esercito inglese”. Nonostante l’impegno dimostrato dal principino durante l’addestramento che lo ha tenuto occupato per quasi due anni, essendosi dimostrato il migliore del suo corso, sembra che questo non sia sufficiente a farlo riscattare. Secondo il numero uno dei talebani, infatti, Harry “non avrà il coraggio di lasciare la base di Camp Bastion”.

Beatrice Amorosi