La grinta di Sara Errani, sconfitta in semifinale da Serena Williams all'US Open 2012

NEW YORK, 8 SETTEMBRE – Si arresta in semifinale il sogno di Sara Errani. In poco più di un’ora la nostra atleta è stata battuta dalla numero uno del mondo, Serena Williams, per 6-1, 6-2.

Sconfitta molto pesante per la Errani, che non ha alcun rimpianto, “sono soddisfatta e non solo per la semifinale raggiunta. Quando Serena gioca così è la più forte del mondo. Ho cercato di fare la mia partita, impostandola sulla difesa nel primo set e in maniera più offensiva nel secondo, e per quanto il punteggio sia severo in campo ho avuto sensazioni positive. Fisicamente e mentalmente sono sempre stata in partita, pur subendo la sua forza”.

Non c’è stata partita. La Williams si è imposta sul campo dominando con 38 colpi vincenti e grande potenza, chiudendo il match con il nono ace. “Ha un’intensità e una capacità di giocare dentro al campo che nemmeno gli uomini hanno. Io mi alleno con ragazzi che sono 400-500 del mondo e vi assicuro che lei tira molto più forte”, ha affermato Sara.

Serena Williams incontrerà nella finale del torneo singolo agli US Open di New York Victoria Azarenka, che ha sconfitto per 3-6, 6-2, 6-4 Maria Sharapova.

[smartads]

ASPETTANDO LA FINALE – Non si arresta, invece, l’avventura a Flushing Meadows. Sara Errani, insieme con l’amica Roberta Vinci (fermata ai quarti proprio da Sara), disputerà la finale del torneo doppio agli US Open. Le due atlete incontreranno la coppia formata da Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka: “Porteremo il tricolore sull’Arthur Ashe, per noi è un onore e un orgoglio”.

Si tratta di un’annata d’oro per il doppio femminile italiano. Agli US Open, oltre a dover disputare la loro terza finale in doppio, hanno raggiunto il primo posto del ranking wta. Hanno conquistato la finale agli Australian Open e il prestigioso titolo di doppio al Roland Garros. Hanno vinto, inoltre, a s’Hertogenbosch, Parigi, Foro Italico, Madrid, Monterrey e ad Acapulco.

Monica Rita Messina